Il TTL

FotografiaFlas18

Quali sono le differenze tra i vari tipi di flash TTL Nikon?

TTL – Con le fotocamere SRL a pellicola, la luce passa attraverso l’obiettivo e viene riflessa dalla pellicola e continuamente misurata dal sensore del flash durante l’esposizione fino alla corretta esposizione. Questo sistema viene definito sistema di misurazione flash TTL (osservare l’immagine sottostante di un sistema flash a sensore TTL). Il termine TTL viene utilizzato per descrivere quei sistemi flash che misurano l’esposizione attraverso l’obiettivo (‘Through The Lens’).

D-TTL – I sensori delle fotocamere digitali non riflettono abbastanza luce per utilizzare il sensore TTL durante l’esposizione, pertanto la misurazione viene eseguita utilizzando la luce del *pre-flash di monitoraggio riflessa dalla tendina dell’otturatore prima dell’esposizione, la fine dell’esposizione è rilevata dal sistema di misurazione della fotocamera. Questo sistema viene definito sistema di misurazione D-TTL .

*Che cos’è il ”pre-flash di monitoraggio’ (o ‘pre-flash’)?
Il lampeggiatore emette una serie di pre-flash che servono a ‘testare’ la scena: utilizzando l’esposimetro flash, sarà quindi in grado di calcolare l’esposizione corretta immediatamente prima che scatti il flash principale per illuminare il soggetto durante l’effettivo tempo di esposizione. I pre-flash sono meno potenti del flash principale. Nikon utilizza il termine DX come suffisso per i nomi dei lampeggiatori che supportano la funzione pre-flash, che è un elemento essenziale del funzionamento D-TTL.

i-TTL Rappresenta un’evoluzione di D-TTL che comprende sistemi più precisi per il pre-flash. La misurazione esposimetrica viene eseguita utilizzando la luce del pre-flash riflessa dalla tendina dell’otturatore prima dell’esposizione, come con il sistema D-TTL. Tuttavia, il pre-flash emesso è estremamente più potente e di durata molto più breve rispetto al sistema D-TTL per ottenere una maggiore precisione utilizzando il sensore del flash.

I lampeggiatori i-TTL sono compatibili con il Sistema di illuminazione creativo (CLS) di Nikon quando vengono utilizzati con fotocamere SLR digitali (D3, D700, serie D2, D300, D200, D90, D80, D70, D70s, D60, D50, D40X, D40 e F6) e offrono una nuova funzionalità che non è compatibile con i lampeggiatori non i-TTL.

Quali sono le differenze tra i modi flash TTL di Nikon?

Flash TTL standard – TTL
Il sensore TTL controlla il livello di illuminazione del flash sulla superficie della pellicola durante l’esposizione, la misurazione esposimetrica della fotocamera non viene utilizzata nel calcolo dell’esposizione.

Fill-flash con bilanciamento Matrix 
Con questa tecnica, l’esposimetro Matrix della fotocamera regola l’esposizione ambiente e il sensore TTL regola l’esposizione durante il flash. Lo scopo è quello di bilanciare l’illuminazione del flash in modo che non illumini troppo il soggetto in primo piano. Non vengono utilizzate le informazioni relative al pre-flash e alla distanza dall’obiettivo. Sono disponibili le versioni ‘Spot’ e ‘Ponderata centrale’ del fill-flash bilanciato, a seconda del modo di misurazione esposimetrica della fotocamera scelto.

**Che cos’è il flash ‘bilanciato’?
In questo modo, la fotocamera utilizza sia il sensore del flash TTL sia l’esposimetro della fotocamera per bilanciare l’esposizione del primo piano e dello sfondo. L’esposizione risultante produce il bilanciamento più naturale possibile.

Fill-flash con bilanciamento 3D a sensore multiplo 
Il lampeggiatore scatta una serie di pre-flash, poco prima del movimento della prima tendina dell’otturatore. I pre-flash di monitoraggio vengono rilevati dal sensore TTL della fotocamera, analizzati per luminosit e contrasto, quindi integrati con le informazioni sulla distanza dall’obiettivo tipo ‘D’ o ‘G’, richiesto per questo genere di funzione. Si definisce 3D perchè l’esposizione finale viene calcolata in base alla lettura dell’esposimetro, alle informazioni ricavate dalla lettura dei pre-flash di monitoraggio e alle informazioni sulla distanza dall’obiettivo.
Questo modo è indicato per la maggior parte delle situazioni di scatto di foto, che comprendono soggetti luminosi, soggetti decentrati e immagini con soggetti piccoli distanti dallo sfondo.

Fill-flash con bilanciamento a sensore multiplo 
Identico al fill-flash con bilanciamento 3D a sensore multiplo sopra descritto, ad eccezione dell’obiettivo che non è di tipo ‘D’ o ‘G’, per cui non vengono comunicate le informazioni sulla distanza. Esistono due tipi di fill-flash con bilanciamento a sensore multiplo, uno utilizza il pre-flash di monitoraggio e l’altro no, il tipo attivato dipende dal lampeggiatore e dall’obiettivo in uso.

Fill-flash con bilanciamento automatico
Si tratta di un termine generico del controllo automatico della potenza del flash per bilanciare la luminosit del soggetto in primo piano con lo sfondo, utilizzando il sensore multiplo TTL (osservare l’immagine in basso del ‘sensore multiplo TTL a 5 settori’).